Pagine

lunedì 12 maggio 2014

Istituto d’Arte Applicata e Design (IAAD)

E’ veduto stamani  a portarci la brochure dello IAAD il Dott. Michele Penna ( 389/1717300) responsabile per l’Orientamento dello IAAD. Ci fosse interessato può contattarmi e gliela farò avere. Maggiori informazioni sono reperibili al sito http://www.iaad.it/ . Si tratta di un percorso molto qualificato a numero chiuso e privato.sono  però disponibilI molte BORSE DI STUDIO, assegnate in base al reddito e al punteggio di ammissione.

Vi ricordo che i dipartimenti di specializzazione  sono :

•   Transportation design
•   Industrial design
•   Interior and furniture design
•   Communication and graphic design

Le lezioni seguono l’anno accademico ottobre-luglio con le relative sessioni d’esame ordinarie e straordinarie.

Tutti i corsi prevedono un numero chiuso di studenti ammessi e l’obbligo di frequenza, al fine di garantire un costante monitoraggio del livello di apprendimento.

l corpo docente è costituito principalmente da professionisti strettamente connessi al “sistema design” nazionale e internazionale. Ai docenti ordinari, si affiancano visiting professor coinvolti per seminari, workshop, conferenze ed eventi.

E’ prevista l’assegnazione di borse di studio ottenibili attraverso la partecipazione a un concorso pubblicato annualmente sul sito www.iaad.it.

I projectwork e gli stage, previsti all’interno o a conclusione dei corsi, costituiscono per gli studenti un fondamentale momento formativo e un primo passo all’interno del loro iter professionale.

Le tesi, che rappresentano un momento fondamentale all’interno dei piani di studio di tutte le specializzazioni, sono sviluppate annualmente in partnership con importanti aziende italiane e internazionali.

I migliori progetti di tesi sono presentati ufficialmente ai media e ai professionisti in occasione di importanti eventi pubblici. Gli stessi sono poi pubblicati all’interno da una rassegna annuale appositamente redatta.

La continua collaborazione con istituzioni, enti, associazioni e imprese per lo sviluppo di progetti culturali, di ricerca, didattici e stage, garantisce una formazione costantemente aggiornata.

A partire dal riconoscimento MIUR ed EABHES, la didattica apre alla dimensione europea e internazionale: gli studenti dei Diplomi Accademici di I livello e dei Master devono tenere in considerazione di essere cittadini Europei, riflettendo la volontà di raggiungere una dimensione internazionale, di coinvolgersi a livello comunitario e dare prova delle proprie capacità di adattamento e di mobilità. Ottenere un Titolo Europeo, conoscendo almeno due lingue comunitarie, permetterà agli studenti di viaggiare e lavorare in Europa e nel mondo.

Nessun commento:

Posta un commento